Luca Sammartin

Portati a termine gli studi a indirizzo artistico, Luca Sammartin intraprende il suo percorso professionale nell’ambito della comunicazione d’impresa e pubblicitaria, ricoprendo ruoli diversi e con crescenti responsabilità che gli permettono di affinare le innate capacità tecniche e di analisi.

La sua vera passione è però da sempre la musica, di cui nel 2013 ha fatto la sua professione.
Ad 8 anni inizia a studiare il pianoforte, ma presto viene incuriosito più dalla registrazione dei suoni e dalla loro manipolazione. Adolescente, inizia a sperimentare con il campionamento utilizzando programmi rudimentali, appassionandosi sempre di più alla musica elettronica. Nel 2003, a 18 anni, vince il Diesel-U-Music Award categoria Elettronica, un concorso musicale nazionale ed internazionale indetto da Diesel, dedicato alla scoperta di nuovi talenti underground, esibendosi nella finale all’Alcatraz di Milano sotto gli occhi di giudici come Alessio Bertallot e Claudio Coccoluto. Fonda poi il progetto musicale Acidhead, col quale calca i palchi di diversi indie club d’Italia. Conclusasi questa esperienza, Luca torna a comporre col progetto elettronico Yoop, per il quale sta ora registrando il secondo album studio. Non limitandosi ad un genere, realizza un album con la band alt-indie-shoegaze Gleamer, il cui secondo disco è ora in pre-produzione.

Oltre ad essere musicista, è sound designer, sound engineer, produttore, arrangiatore e compositore. Collabora come libero professionista con diversi studi, tra cui lo studio di registrazione di Share, ed è co-fondatore dell’agenzia TapTempo Studio di Milano.
Ha composto brani per marchi come Diesel e Honda ed è attualmente impegnato nella post-produzione audio del film Solo Per Il Weekend, prodotto da Indiana (Il Capitale Umano) e che verrà distribuito il prossimo inverno nelle sale italiane.